Moravia in Russia: un viaggio interiore.

Pubblicato nel 1958 presso Bompiani, “Un mese in URSS” di Alberto Moravia è un libro che segna la riflessione storica e la concezione che l’opinione italiana ha della Russia nel novecento.
Il libro è infatti pubblicato in anni di grandi mutamenti storici: nel 1953 muore Stalin, nel 1956 scoppia la rivolta di Ungheria, nello stesso 1958 è eletto come nuovo presidente dell’Unione sovietica Chruščëv, uomo di ideali molto diversi da quelli del suo predecessore.
Moravia è a quel tempo l’italiano più letto in Russia, poiché i suoi romanzi, per la loro carica moralistica, ricordano i grandi della letteratura russa, da Tolstoj a Dostoevskij; ma il resoconto del suo viaggio in URSS ha qualcosa di diverso rispetto alle altre cronache del tempo.
Infatti l’autore, che come tanti altri visita la Russia per conoscerne e criticarne gli aspetti più controversi, tuttavia percorre questa sterminata terra per spazi intimi e spesso inusitati: molti luoghi ci vengono descritti non mediante la loro composizione fisica e naturale, ma tramite i personaggi che li hanno vissuti e resi celebri.
La sua è una sorta di “scrittura difensiva”, che lo porta spesso a raccontare scene di interni in cui parlare delle vicende dei grandi di Russia, ad esempio nelle abitazioni di Leningrado dove si sono svolti fatti di “Delitto e castigo”, oppure nel mausoleo delle salme di Lenin e Stalin a Mosca.
Scarse sono infatti le descrizioni all’aperto, alle quali lo scrittore dedica le sterminate aree rurali di questa “terra immensa e vergine”, in contrasto con le aree cittadine segnate dal grigiore e dall’oppressione del vecchio regime stalinista.
Il giudizio finale di Moravia di questa realtà è ambivalente: egli vede nel popolo russo una grande risorsa in termini umani, schiacciata tuttavia da un regime che ha distrutto la creatività stessa e le aspirazioni interiori di questo popolo.

“il cuore umano è profondo e complicato; quello dei russi, poi, addirittura insondabile”

Riccardo Santarelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...