Obbedienza criminale: l’esperimento Milgram (1961)

“(…) Milgram chiese a degli americani qualunque di infliggere quelle che apparentemente erano forti scosse elettriche ai soggetti sperimentali, che davano risposte sbagliate alle domande di un test d’intelligenza. Venne loro detto che gli scienziati stavano verificando se un trattamento a base di elettricità aiutasse a migliorare i risultati del test sul QI (e gli sperimentatori indossavano il camice bianco!). il 65 per cento di queste persone comuni obbedì quando veniva loro chiesto di infliggere una forte sofferenza spingendo una leva nella stanza accanto a quella della vittima. Azionato il meccanismo, sentivano le urla di dolore della vittima attraverso la parete. (…) Alcuni di loro aderirono con entusiasmo all’esperimento mostrando di godere nel provocare dolore. Ma la maggioranza rimase profondamente turbata. (…) Nonostante il loro grave disagio morale e fisico, continuarono a infliggere le sofferenze, perché non ce la facevano a respingere l’autorità scientifica. (…) Il dolore non era reale ma simulato. Le “vittime” erano collaboratori di Milgram e non veniva inflitta alcuna scossa elettrica reale. Egli ipotizza che la gente comune moderna può uccidere se l’ordine viene da una legittima autorità scientifica. Un numero maggiore si presterebbe in caso di uccisione indiretta (dalla stanza accanto), per cui una burocratica uccisione da scrivania sarebbe più facile che commettere personalmente un omicidio.”

Passo citato da un saggio di uno studioso statunitense

360_milgram_1218 milgram milgrams-shock-box stenly

Pier Paolo Alfei

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...