Breve riflessione sulla vittoria sovietica contro la Wehrmacht sul fronte orientale

Di Alfei Pier

eeu86710

Quando si parla della vittoria sovietica contro la Wehrmacht sul fronte orientale secondo me si tende sempre più spesso a concepirla sic et simpliciter come una sorta di corrente di marea che, dopo un’iniziale arretramento (dovuto alle disfatte dei primi 2 anni di guerra), avanza uniforme e impetuosa fino a Berlino, dovuta SOLAMENTE all’alto numero di soldati (20 milioni di morti?) messi sul piatto della bilancia.

Fondamentale fu anche una raffinatissima strategia adottata dallo Stavka basata sulla sinergia tra fanteria, artiglieria e mezzi corazzati, su un dispiegamento delle truppe dosato magistralmente a seconda del campo di battaglia e sulla rapida creazione di movimenti a tenaglia per accerchiare il nemico (es. i 20-30000 uomini di Cujkov e Rodimcev asserragliati nella difesa urbana di Stalingrado e i più di 450000 uomini ammassati nelle controffensive di centinaia di km sulla steppa come nelle operazioni Marte e Urano).

Una strategia che fu appresa e perfezionata nel giro di un anno durante la guerra contro i finlandesi. In questa breve guerra di 3 mesi, i sovietici conobbero inizialmente un’ impressionante serie di sconfitte dovute a diverse cause: le uniformi estive dei soldati (che verranno poi sostituite da altre imbottite e tute mimetiche), il frequente congelamento di armi e soprattutto dell’artiglieria (nel giro di qualche mese verranno creati anticongelanti capaci di non far inceppare le armi neanche a -30 gradi), e, infine, l’avanzata “suicida”, non accompagnata dal necessario consolidamento delle posizioni, contro la linea Mannerheim, fortificata con trincee, mine e batterie anticarro disposte in una vasta distesa di ghiaccio, e contro il nodo strategico di Suomussalmi (i finlandesi, pur essendo in inferiorità numerica in un rapporto di 1 a 5, uccisero in totale più di 200 000 soldati sovietici, accerchiando piccoli gruppi e annientandoli).

Timosenko decise quindi di cambiare tattica di attacco e di conferire maggiore autonomia ai vari comandi, che riuscirono così ad adeguarsi al meglio alla “guerriglia d’inverno”, nella quale le singole divisioni potevano agire più velocemente nell’attacco ai fianchi del nemico (in manovre adottate magistralmente un paio di mesi prima nella battaglia di Chalchin Gol contro i giapponesi e poi riutilizzate nella grande guerra patriottica).

Fu quindi a seguito di un disastro imbarazzante contro i finlandesi (sottovalutati ampiamente) che i sovietici riformarono profondamente l’organizzazione, le tecniche e le tattiche dell’Armata Rossa.

I tedeschi impegnarono più di 4 milioni di soldati sul fronte orientale, dividendo in un secondo tempo le forze in due armate, una diretta verso Leningrado, l’altra verso il Caucaso. Il genio strategico dello Stavka, e di Stalin in particolare, conobbe l’apice quando resistette alla penetrazione in profondità della sesta armata di Paulus e, invece di attestare una poderosa linea difensiva nei pressi di Stalingrado (solo 20-30000 soldati erano attestati in quella città…), avviò una impressionante manovra di accerchiamento (un “motto” finlandese in grande!), richiudendo nel kassel più di 250000 nemici.

Senza l’eccezionale capacità strategica dello Stavka i tedeschi avrebbero prima conquistato la zona del Caucaso (e le sue risorse petrolifere), poi virato a nord verso Mosca (portando a compimento, nel frattempo, l’assedio di Leningrado) e infine messo a ferro e fuoco ciò che rimaneva degli Alleati.

Quest’opera di riflessistorici.com è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...