A proposito di agnelli

 di Ilaria Bongiovanni

12443253_10207658010266563_1250377903_nIl pittore Exechias ci offre la meraviglia di questo dipinto a figure nere su anfora (540-530 a.C) scrivendo il nome dei due guerrieri a riposo (Achille e Aiace) che esclamano dei numeri, chini su un piano. Il fumetto ci suggerisce che giocano agli Astragali cioè i nostri dadi: per costruirli si utilizzavano delle piccole ossa ricavate dal tarso di agnelli e pecore (in precedenza offerti o più probabilmente mangiati) incisi sulle loro quattro facce con i numeri 1,3,4,6.

12380451_10207658010226562_1845830571_n

 Le fonti (1) ci indicano l’eroe Palamede, compagno di Achille e Aiace alla scuola del centauro Chirone (in molti avremmo voluto partecipare alle sue lezioni) come inventore di questo semplice gioco utilizzato per alleviare la noia e le privazioni durante il lunghissimo assedio di Troia.

(1)Sofocle, fr.438Nauck Pausania,X,31,1;20,3.

12895382_10207658010146560_357365604_n.jpg

 Anfora attica a figure nere dipinta da Exechias (540-530 a.C), rinvenuta a Vulci e visibile ai Musei Vaticani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...